• HOME
  • CONTATTI

RECENSIONE DEL CINQUANTASETTESIMO EPISODIO DI DRAGON BALL SUPER:

IL DIO IMMORTALE

 

Se il super saiyan rose è il dio che raggiunge la perfezione e la bellezza, viene da pensare che Goku e Vegeta, essendo scimmioni dentro per natura, difficilmente perverranno a questo stadio senza alcuna manipolazione.

I capelli rosa potrebbero restare una prerogativa solo di Goku Black e forse sarebbe meglio così, giusto per non commettere l’errore di pensare che si stia inseguendo soltanto una gamma di tinture.

Non è ancora chiaro da cosa questi tragga origine e quanto sia veramente forte al di là dello spirito, ma fatto sta che è un individuo ben distinto da Zamasu, di cui condivide la filosofia e gli assurdi concetti di giustizia.

I nemici di Goku non sono più alieni o esseri realizzati in laboratorio. E’ ormai chiaro che in questa serie deve vedersela con gli dei e che la forza fisica da sola non basta più.

Per combattere contro gli dei bisogna essere della loro stessa pasta: non è più una questione di fisico ma di spirito.

E i capelli di un saiyan fanno parte dello spirito e ne catturano il colore.

Al momento, tuttavia, anche il super saiyan blue – un dio saiyan che non ha ancora la perfezione e la bellezza – non riesce a compiere miracoli.

Non è un dio immortale. Questo è il punto. Nessuno può niente contro Zamasu, neppure Goku, tanto che deve intervenire in suo aiuto Trunks, almeno in onore a quel sangue che gli scorre nelle vene.

Trunks ha il dovere di dare una mano e sguainare la spada. Poco conta che sia rimasto indietro a Goku e a Vegeta ed i suoi capelli non abbiano l’azzurro di un dio, ma solo quello di sua madre.

Pure Vegeta, con una ferita che non sanguina e che agli spettatori fa ancora più male, raccoglie le ultime forze per dare una mano.

Fanno un po’ di polvere, danno fastidio, diluiscono il succo. E’ un gioco di squadra già visto in passato, quando Goku da solo non basta ed un livello di combattimento vale quanto un altro.

Alla fine, sono i terrestri e Mai a dare una mano utile in questa battaglia, a raccogliere i saiyan moribondi e a farli ritornare nel passato.

Muniti di armi di manifattura terrestre e agendo semplicemente d’astuzia, in questo episodio la spunta contro un dio immortale un manipolo di uomini qualunque.

 

 


CONTINUATE A SEGUIRCI SU FACEBOOK

SEGUITECI SU INSTAGRAM: @DRAGONBALLSUPERITALIA


 

 

 

A proposito dell'autore

Post correlati

Rispondi

EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: